6 Febbraio : la lettera di Antimo di ADEA sugli olivi e sulle potature

Ciao Rita,
è diverso tempo che non ci sentiamo. La primavera è da poco iniziata.E il lavoro sugli alberi si fa più serrato. Sto preparando un articolo su Jacques Brosse,il grande maestro della ???mitologia degli alberi??? e ???la magia delle piante??? scomparso nella prima settimana di Gennaio a 86 anni nella sua Dordogne. Stamattina ho assistito con grave sdegno e rabbia, a Roma, alla potatura di un bellissimo viale di olmi in fiore.(Ho fatto dei video, scriverò degli articoli, ma per ora sembra non basti???.)
Sdegno totale : non si possono potare radicalmente gli alberi quando sono in fiore. Fiori piccoli, rossi, discreti. I potatori eseguivano degli ordini, se al posto degli olmi in fiore ci fossero stati dei ???cristiani??? forse ugualmente non si sarebbero posto il problema di quello che stavano facendo. A Roma si potano selvaggiamente gli alberi tutto l???anno e questo per mandare avanti i due impianti di compostaggio, costati miliardi e che producono altrettanti guadagni miliardari ( il compost viene venduto partendo da costo zero, pensa che la materia prima – gli stralci delle potature- non solo sono ???gratis??? ma chi li porta deve anche pagare per lasciarli – un carico costa 150 euro!). Quando si potano gli alberi in fiore e nessuno dice niente ( o meglio se ne accorge) vuol dire che è forse giunta l???ora di cambiare qualcosa.
Per ciò che riguarda gli ulivi, mi son capitati (o meglio mi si son presentati in maniera del tutto casuale) gli opuscoli di una mostra tenuta a Roma qualche settimana fa sugli ulivi con il testo della legge approvata per la salvaguardia degli ulivi monumentali della Puglia. Una legge importante! se vai al sito www.segretiscolpiti.com avrai maggiori informazioni. Ti segnalo infine ( e metterò il tuo sito tra i link) la nascita di un coordinamento sulla difesa degli alberi urbani con un blog www.legalberi.blogspot.com . aperto a contributi.
Un blog e il movimento che ne stà nascendo che a questoi punto sembra sia diventato ineluttabile???
Antimo

3 thoughts on “6 Febbraio : la lettera di Antimo di ADEA sugli olivi e sulle potature

  1. Caro Antimo, che piacere sentirti e che dispiacere quello che racconti! Gli olmi qui da me non sono ancora in fiore, anche se si vedono già le gemme rigonfie. Purtroppo anche nelle strade e nei giardini emiliani le potature sono all’ordine del giorno perchè il tempo si adatta
    e non siamo riusciti a mettere in testa ai cittadini comuni che le potature non sono benefiche per gli alberi. Pazienza i cittadini ,ma i giardinieri comunali, i giardinieri professionali!!! E quello che dici tu è ancor più grave: potare per creare compost!!!Come dire. fare la spesa per creare immondizia da riciclare!!!Appena ho tempo parteciperò ai blog da te segnalati, intanto non darti per vinto. Siamo in tanti e prima o poi ci ascolteranno.

  2. Buongiorno Rita!
    Ho visto con piacere che sono inserito tra i tuoi link, io a suo tempo avevo inserito il tuo nel mio blog dopo averlo scoperto non ricordo dove.
    Mi ha affascinato molto l’idea di raccontare tutti i mutamenti della natura attraverso l’anno e le stagioni. Io avevo avuto un’idea simile e avrei voluto farlo disegnando, avevo cominciato con degli schizzi guardando le aiuole attorno casa ma poi non sono riuscito ad essere costante.
    Riguardo agli alberi non so se hai letto sul mio blog dell’episodio che mi ha visto protagonista (http://lalberosfregiato.blogspot.com/search/label/life), continuerò a seguire i tuoi racconti precisi e stimolanti, osservare e sentire tutta la vita che ci circonda mi aiuta non poco a rendere più sopportabile la vita nei momenti più neri.
    A presto!

  3. Caro Rocco ho cercato di lasciare un commento sul tuo blog e spero di esserci riuscita, la prima volta che ti avevo scritto mi ero firmata come mollicamollica e in più io sono del 50 e non riuscirò ami a districarmi tra i boschi degli alberi informatici. Hai sentito cosa è successo a Roma? Potano alberi fioriti per produrre compost!Come trovare un modo per rendere visibili le battaglie che ogni citttadino svolge da solo in questo campo?
    Come è attuale il tuo titolo L’ALBERO SFREGIATO !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *