Mercoledì 11 febbraio è nata una farfalla alla scuola dell’ infanzia Malaguzzi di Modena

forse è troppo presto, ma è nata. Era un bozzolo che avevo regalato a una classe perchè lo custodisse per assistere alla nascita. Avevo detto loro di tenerlo protetto da una teca, all’aperto. Le maestre lo ritiravano in sezione ogni sera e lo rimettevano fuori ogni mattina, sarà stato quello? Sarà stata magari l’esposizione al primo sole, ma mercoledì mattina i bambini hanno trovato la farfalla fuori dal bozzolo. L’avranno già liberata: l’ hanno osservata, le hanno dato un nome, hanno cercato di tenerla solo un po’ per vederla e  dal momento che forse non avrebbe trovato di che mangiare perchè è presto per i fiori, allora hanno provato a mettere nella piccola voliera un coperchietto da penna biro pieno di miele e acqua, imitando un fiore?ci siamo messi daccordo che avrebbero aperto la voliera , ma l’avrebbero lasciata lì un po’ di giorni.. Come sarà andata?

Vedere una  nascita o un risveglio dopo la metamorfosi (ma quante volte nasce un insetto?) è emozionante e indimenticabile, un evento che oggi vediamo troppo di rado!

podaliriopodalirio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *