Cinque poesie incise in un tronco di Tiziano Fratus

alleve_fratus_legno_redux
Cinque poesie incise in un tronco
4. °Il tempo del legno°
…..
Ho atteso il tempo del legno,
per chiedere permesso a Dio
– colui o colei che non ha nome e non ha forma –
qui dove ha saputo tollerare le mani di vecchio
che hanno rimosso la storia delle stagioni.
Sono precipitato dentro la conta del bosco,
ho seduto e ho tastato, ho ammirato
il bambino che non sono stato.
– Chi sei ? ho chiesto
– Sono il sole che nessuno vede, ha risposto.
Ho socchiuso gli occhi, pregato me stesso
di non pensare più a niente, di centrare il mare del vuoto.
Non ho vestito l’anima di pace, che non è spuntata.
Ho solo percepito il terrore della materia
annidata, cerchio su cerchio, un anno dopo l’altro.
– Quanto siamo deboli, ha detto
– Ed io che ti credevo pronto alla roccia
– No, caro uomo, nemmeno la roccia sogna serena
…..
© Tiziano Fratus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *