ultimo avviso per la grigliata di stassera 25 giugno

ci siamo ancora??!!
io è tanto che non vado all’orto, nelle ultime settimane ci ho provato alcune volte ma tutte le volte sono dovuta scappare da temporali tropicali.
La settimana scorsa so che è passata Franca e ha raccolto un sacco di zucchine che ha lasciato nello stanzino per chi passerà nei prossimi giorni, sono da prendere!!! ( sono giàò passati alcuni giorni da quando le ha raccolte, spero che siano ancora buone).
Mercoledì sera con Franca e Roberto si pensava di fare una grigliata.
Ognuno porta qualcosa da cuocere e da bere (e anche posate,piatti e bicchieri per sè) ( nell’ufficetto ci sono piatti e posate di plastica, ma non si sa mai che non si trovino le chiavi!!!).
Noi saremo la dal tardo pomeriggio (più o meno dalle 18.30/19.00) per raccogliere, innaffiare e accendere la griglia.
Chi viene?
(invitiamo anche amici e parenti)

Tra le cose da portare ricordiamoci l’Autan!

ciao
Susanna

Giuliana va a diserbare Giovedì 5 giugno

ciao sono giuliana, finalmente sono riuscita ad avere anch???io un indirizzo di posta eletronica, ne aproffitto per ricordare a tutti gli amici dell???orto che sabato 7 a milano c???e una manifestazione in difesa delle tematiche ambientali, vi interessa qualcuno ci verrebbe? poi volevo propormi come volontaria per un diserbo che farei giovedi pomeriggio, può andare? ciao a tutti!!

Oggi martedì 3 giugno Susanna, Franca e Caterina andranno all’orto a lavorare |!

sabato, dopo una serie di peripezie e grazie al magico contributo di Eugenio(che era passato solo per un saluto e poi è rimasto intrappolato davanti al forno) siamo riusciti a fare e sopratturro a mangiare la pizza. Buonissima!! E da ripetere!
E abbiamo anche fatto un “ottimo” insalatone a base di lattughe varie, zucchine e cipollotti; i rapanelli sono fortissimi e un pò legnosi!

Eravamo più o meno in una decina,al pomeriggio qualcuno di più.
Mentre la pasta lievitava e il forno si scaldava, nell’orto sono continuati i lavori di diserbo, Roberto (new entry assieme a Franca )ha rincalzato i piselli (abbastanza malconci), altri hanno continuato a togliere erbacce e sono state piantate alcune cannette e legati i pomodori.

E’ stata raccolta dell’insalata, in parte usata per la cena, in parte donata all’agriturismo e il resto portata a casa.

Dalla “pizzata” è rimasta un po di roba da bere, dell’olio e un “fondo cassa” di 2,50 euro. Vedremo come e dove sistemare questa roba.

Dicono che mangiare insalata faccia bene, ma guardando quanta ne abbiamo nell’orto e all’idea di mangiare insalata tutti i giorni e tutto il giorno mi viene male.
Ho guardato in internet alcune ricette su come si può cucinare. Ve le allego.

Martedi nel tardo pomeriggio, se non piove, io, Franca e forse Caterina andiamo all’orto.

Saluti a tutti
Susanna

Riunione del 27 maggio

presenti: Marco Sassi, susanna, Franca, Mirko, Francesco, Giuliana, Luisa, Caterina e Annalisa (? non leggiamo bene)

Lavori da fare: diserbare

infestanti presenti: Ravizzone, cirsium (quello che punge e diventa altissimo), gramigna, amaranto.

Appena arrivano, bisogna mettere i pali di sostegno ai pomodori : basta un bastone ogni pianta. Legare il fusto principale in più punti con l’apposita cordicella di plastica.

C’è sempre da tenere d’ occhio il tempo e relativamnete al bisogno, irrigare

Stiamo aspettando una gomma della giusta lunghezza da lasciare fissa nel campo dove non c’è già impianto.

Trapianti, nel senso di un allargamento nel sito stesso, o nuovi inserimenti là dove si sono perse le piantine, di

melanzane, peperoni, cipolle, zucchine, meloni

raccolta: insalata, zucchine, cipollotti

la rucola va tagliata e fatta rinascere.

Sabato dopo la lavorata nell’orto si cena con la pizza. Si prenota dalla Susanna!

IMPORTANTE:

CONVEGNO MONDIALE BIOLOGICO dal 16 al 22 giugno

CONVEGNO ALTRA ECONOMIA dal 20 al 22 tutti e due a Modena in piazza Mateotti

Chi potesse essere presente per alcune ore allo stand contatti Marco Sassi.

Durante l’iniziativa, il 19 giugno, Marco Sassi presenterà il progetto e la realizzazione del nostro orto biologico al Palazzo dei Musei

Sabato 31 maggio gli ortisti fanno una pizzata: è l’invito di Susanna

Sabato prossimo, 31 Maggio, si festeggia il primo raccolto facendo la pizza nel forno della fattoria!!
Ortisti, amici e parenti, musici e poeti sono invitati.
Ovviamente prima della pizza almeno un erbaccia a testa bisogna toglierla!!
Sarebbe bene dire chi viene così ci regoliamo con la quantità di pizza da impastare.

P.S.: alla cena di sabato scorso alla Pomposa c???è chi si è complimentato con noi (e non erano nostri amici!) per quanto buona era la verdura!!

Commento di Susanna scritto il 27, pubblicato come articolo-

25 maggio L’isalata è pronta

per essere mangiata: e diciamolo pure, qui nel blog risulta solo il lavoro di Francesco, al massimo di Rita, la scrivente e Sally solo per il fatto che Rita e Francesco scrivono,ma anche altri e altre hanno collaborato.

Sabato 24, molti ortisti erano in campo a diserbare, zappettare e sorvegliare le crescite.

L’orto è stato studiato da cima a fondo e nonostante che le foto riprendano un campo pieno di senape selvatica, tra quella e altre erbacce, le piante seminate o trapiantate dagli ortisti c’erano e, seppure bisognava essere un ortottista con la lente piuttosto che un ortista, con l’aiuto di Marco Sassi li abbiamo visti: il basilico rosso, i cavoli blu, e tutte le insalatine, verze, rucoline.

Caterina e Susanna hanno raccolto per fare una insalata per la cena dei vicinivicini della Pomposa, ma di insalata riccia e non riccia ce n’è per tutti, quindi voi che avete lavorato, andate a raccogliere. Fra qualche giorno ci saranno le zucchine.

E adesso le foto:

orto-biologico-006.JPG orto-biologico-005.JPG orto-biologico-010.JPG fiore della zucca

orto-biologico-002.JPG fiori delle fave

Se intendete scrivere su questo blog basta che clicchiate su “commenti” e poi scrivete quel che volete , firmatevi e pubblicate il commento, provateci, è facile.

Marco Sassi è tornato

ciao a tutti gli amici ortisti!

di ritorno dall’Africa ho trovato un orto davvero grande, complimenti a tutti. Sabato scorso ci siamo trovati solo io e Bianca Maria a diserbare, abbiamo fatto quello che abbiamo potuto , sotto una leggera pioggia. Le piogge di questi giorni certamente ci hanno tolto il pensiero di irrigare per un po’ di tempo, ma altrettanto acuiranno il problema della crescita delle erbe infestanti, che già era sensibile la settimana scorsa.
Vi invito , pertanto, a eserci questo sabato, magari con stivali o simili (e guanti), perchè dobbiamo concentrarci sula estirpazione delle erbacce, che aggrediscono sia le colture da semina diretta che quelle sotto bio-telo. Ne ho contate almeno una dozzina di specie diverse, dall’amaranto al ravizzone a fiori gialli, dalla gramigna al Butylon, al convolvolo e alla Ulva spinosa.
Però c’è di soddisfacente che parecchie colture stanno già crescendo, le lattughe sono già pronte da tagliare (portate sacchetti o cestini!), i ravanelli , i cipollotti e la rucola lo sono quasi , i pomodori vanno forte e altrettanto per radicchi e cavoli. Stentano meloni, angurie e zucche, che hanno bisogno di più caldo , ma c’è tempo.
Vorrei proporvi anche di incontrarci per fare il punto della situazione e di alcune iniziative prossime, in particolare quella del convegno mondiale del biologico e soprattutto quello della Festa dell’Altra Economia che si terrà in Centro dal 20 al 22 giugno , dove sarebbe bello presentare la nostra esperienza e i prodotti.
Vi propongo di parlarne insieme già da sabato, ma per dar spazio a chi sarà via nel week end , propongo di incontrarci MARTEDI 27 MAGGIO alle 18 – 18.15 a marzaglia, sperando in un ritorno del bel tempo.

Scritto da Marco Sassi a tutti gli ortisti

11 maggio: Francesco Allegretti ce l’ha fatta

Ieri, sabato 10 , Francesco Allegretti è riuscito ad innaffiare l’orto con la gomma, e i germogli, pur allo stato di germogli sono sopravvissuti. La rucola non ha forma di rucola, ma assaggiata, è buona e concentrata nel sapore come nelle sue piccole foglie, lo stesso i rapanelli. Rita  e Sally hanno diserbato i piselli e qualche varietà di lattuga, ma di erbcce ce n’è ancora. Alcune zucchine sono spuntate nonostante le poche foglie delle pianticelle, come primo orto….