20 Aprile : una rondine non fa primavera e dopo due settimane…

La rondine solitaria della mia casa ha trovato compagnia. Una rondine è arrivata alla mia casa due settimane fa circa e sono stata preoccupata per lei, perchè era sola. Avevo visto altre rondini in giro per la campagna e le strade, singole o a due , tre. Questa rondine della casa: sola, sul filo del telefono ha chiacchierato per diversi giorni, ma con chi? nessuno della sua specie in giro qui. Solo piccioni, tortore ghiandaie, gazze, picchi , cinciarelle, storni a caccia di paglia per i nidi. Ma lei sul filo a chiacchierare e poi a fare voli anche col brutto tempo e il freddo. Infatti fino a ieri per qualche ora ho tenuto il riscaldamento acceso per il vecchio di casa e fino a giovedì scorso ho visto i pettirossi della casa. Una rondine non fa primavera…. se c’è quel proverbio sarà vero che le rondini viaggiano anche da sole…o forse il patner o la patner della nostra rondinella è caduto nel viaggio e lei ha dovuto tornare da sola.Ma oggi è arrivata la compagnia e la rondine è più contenta e garrula del solito: le rondinelle arrivate sono due e come al solito ci sarà battaglia per fare coppia, speriamo in nuovi arrivi dal momento che nella casa adesso i nidi sono 3: uno sotto il portico per quelle che preferiscono la compagnia degli uomini, uno in bilico su un asse della casa in ristrutturazione dove purtroppo l’anno scorso un piccolo è caduto dal nido prima del tempo delle prove di volo, e il terzo nido vecchio e mezzo distrutto dalla fitta prole dell’anno scorso sempre sotto il portico. I nidi in questo fabbricato sono cresciuti nonostante qui non ci sia la stalla con le mucche, e sono cresciute le rondini anche presso il contadino vicino. Barbolini mi ha detto “dicono che calano e invece sono cresciute di numero… hai visto Rita?” Ma io credo che siano cresciute da noi perchè sono aumentate le ristrutturazioni e il mio paese sta diventando un paese con molti edifici e meno contadini: costruendo le palazzine, avranno distrutto le vecchie case e le stalle e loro riparano da noi, ultimo avamposto di case vecchie. Un saluto speciale a tribolacri

23 Agosto: continua a piovere. La vegetazione ne ha ristoro, le rondini cucciole meno

Continua a piovere , la temperatura si è abbassata notevolmente e la vegetazione ne ha ristoro: i pioppi che avevano già anticipato la caduta di parte delle foglie, non riprenderanno a crescere immagino, ma manterranno la chioma verde salvaguardata fino ad ora, il carpino rimmarrà di rosso macchiato, ma le parti verdi ritorneranno ad ammorbidirsi, le mie ortensie hanno l’aspetto autunnale che arrossisce le infiorescenze, i fichi del mio giardino marciscono già prima di diventare dolci.

Va peggio per le rondini giovani, continuano a ripararsi sotto il portico o addirittura nel nido e vicino a loro non vedo più gli adulti, sono preoccupata che gli adulti possano partire coi giovani, ma lasciare le ultime covate. Mi chiedo se sarebbe possibile? Negli anni scorsi ho visto le rondini in chiacchiera e numerose sui fili al tramonto  fino alla metà di settembre. Ora scruto il cielo e vedo sul tetto della casa i loro voli sparsi : sono ancora qui e al tramonto guarderò sui fili.

Oggi 6 agosto. La scuola di volo delle rondini (2° turno) è iniziata venerdì 3 Agosto

Finite le liti per gli avvicendamenti del territorio, la nuova coppia o la coppia vecchia, costruito un nuovo nido ha deposto e covato le uova. I piccoli della prima covata erano appena usciti dal nido vecchio, ancora sostavano su fili e i cornicioni del portico, faceva molto caldo (intorno al 20 luglio) e le nelle ore più calde del pomeriggio tornavano, soprattutto un piccolo. Nel nuovo nido è presto cominciata la cova e le corse numerose sotto il portico sono terminate. Quando sono partita per Bonassola la femmina covava. Sono Tornata il 28 luglio e dal nido spuntava un piccolo, poi dopo alcuni giorni si vedevano 4 piccoli in attesa di cibo. A piccoli ben visibili sono ritornate le rondini in gruppo per mostrare loro lo spettacolo del volo. Succede sempre così, i genitori aiutati dalla comunità incantano i piccoli e li incoraggiano all’ uscita, mostrano giravolte e possibili appoggi. Sta per iniziare la scuola di volo, mi sono detta e venerdì 3 agosto il più coraggioso è volato fuori : dal nido al filo, dal filo al cornicione e poi di nuovo al nido . Tutti sono emozionati, anche i fratelli rimasti lì a guardare, ora a insegnare e a fare esercizio ci sono solo i genitori che volano accanto o insegnano a prendersi a un piccolo appoggio sul muro e se i piccoli tornano tutti al nido troppo presto, volano al nido e dolcemente passando sotto ai piccoli ne fanno uscire uno . Oggi 6 agosto il nido è vuoto al mattino presto, tutti sanno volare e poi tornano al nido e pretendono ancora di essere rifocillati dai genitori: che fatica crescere!

OGGI 20 GIUGNO il giorno 171: l’ IBISCUS

E’ fiorito l’ibiscus, i fiori del melograno sono stati fecondati, il tiglio ha trasformato in seme ogni suo fiore, che il tempo aiuti tutti questi alberi a portare a seme tutti i frutti senza troppo stress. Questo sarà ricordato come l’anno più fiorito e per quanto non sia stata sistematica nel mio calendario fenologico, sono contenta di aver annotato questi appunti vegetali proprio in questo anno di fioritura eccezionale. Speriamo che le piante non facciano figli in maggior numero per una sorta di maggior stress fisico dovuto al cambiamento climatico da tutti sottolineato. Anche le mie amiche rondini hanno moltiplicato sotto al portico della mia casa, i loro nidi e i loro figli. La prima nidiata ha gia preso a volare e un’altra coppia tardiva ha preso a costruire un altro nido. Forse è in atto un conflitto di interessi sul territorio. Io non le capisco molto le rondini: a volte sono in gruppo e in gruppo insegnano ai piccoli a volare e in gruppo volteggiano, poi a coppie litigano vilentemente e io non capisco con chi e contro chi. Forse si rubano le femmine?