Per amore, solo per amore

1:Esiste sul pianeta terra, un essere vivente che raggiunge dimensioni notevoli e che ha caratteristiche speciali. Per esempio, è un replicante. Replicante perché pur essendo un individuo, figlio di due genitori sessuati, ha potere di replica e in determinate condizioni, è in grado di fare delle copie di se stesso, di moltiplicarsi in più individui. Se una piccola parte di quell???essere vivente viene staccata dal corpo, essa ha la possibilità di sopravvivere da sola ricostruendo le parti mancanti, e altrettanto il corpo mutilato può ricostruire la parte tolta, non importa quale parte viene tolta o da quale parte il corpo può ritornare a ricostruire il tutto……

2: C???è un essere vivente del pianeta terra che sa generare figli o come padre o come madre, ma senza mai incontrare fisicamente l???altro genitore Non ha arti per camminare, ne gambe, ne zampe ne pedicelli , non nuota (non vive nell???acqua) e non si muove durante tutta la sua vita. Per accopiarsi col suo simile utilizza il vento o in modo più avveduto e meno dispersivo , si sposa attraverso gli insetti, gli uccelli… Un genitore per posta.. un genitore per corrispondenza e un campione di comunicazione.

3: lL’ embrione dell???uomo, come quello degli altri mammiferi, durante la gravidanza, pur dipendendo dalla madre in quanto a nutrimento e protezione, è attivo e autonomo fin da subito per quel che riguarda la respirazione. Attraverso una piccola pompa (il cuore) l??? embrione decide quanto ossigeno ricevere e mandare in circolo. Questo battito, primo precursore segno di indipendenza e autonomia ci dice che l???unico vero legame di dipendenza da cui non potremo mai svincolarci è con quell???essere vivente che rende possibile il nostro respiro. Quell’ essere vivente è il nostro genitore e noi siamo collegati a lui ancor prima di nascere.

4: Questo essere vivente ingrandisce e rende visibili e fin grossolane le strutture architettoniche della materia organica organizzata, eliche , dischi volanti, forme a graffetta, girandole, chiodi, batufoli di cotone, lingue appicicose per costitrire trappole o collanti, imbuti e bicchierini, coppe, tubi idraulici con porte e valvole, tessuti filtranti e selettivi, tutto cio che già c’era: sicuro! nei batteri, nei funghi, nelle muffe e in tutto il mondo minuto e antico, ma che invenzione nella costruzione di quell’ essere! Che modelli di architettura: i palazzi dei fiori, le meravigliose costruzioni diverse che costituiscono le infiorescenze. Poi le stravaganze geometriche e non, che costituiscono i frutti, ad esempio un arancio: un ammasso di goccioline ordinate in spicchi a formare una sfera ricoperta e protetta da un soffice manto bianco verniciato di smalto arancione lucente e traspirante (lode all’arancio, ma si tagli una mela a metà in circonferenza, una zucca, un chiwi , un pomodoro) Che modello di architettura i semi fatti per volare, per essere trasportati o appiccicati. Chi mai sarebbe riuscito a volare senza guardare quelle costruzioni, chi avrebbe potuto inventare i mulini a vento? chi costruire una casa? o un divano…..

5: si è capito che parlo degli alberi?

One thought on “Per amore, solo per amore

  1. Pingback: Rita Degli Alberi » oggi 2 luglio consiglio la lettura de “I POTERI DEGLI ALBERI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *