Formazione insegnanti anno scol. 2022/23 Modena. Parco Ferrari, 11 ottobre

percorso VerdeVivo.

Attraverso il gioco simile a quello che si farà con la classe, ricerchiamo a gruppi l’albero o gli alberi dai quali sono stati ricavati i reperti consegnati.

Cosa ce li ha fatti riconoscere? La foglia, il colore della f., il tessuto sottile, ruvido, il fusto simile, la presenza di altro oltre le foglie?

  • Ciliegio selvatico Prunus avium
  • Carpino bianco Carpinus betula
  • Acero montano Acer pseudoplatanus
  • Acero campestre Acer campestre
  • Gingko biloba Gingko biloba
  • Quercia rossa Quercus rubra
  • Farnia Quercus robur
  • Tiglio comune Tilia platyfillos

Ci soffermiamo sul seme. Il seme come risultato di metamorfosi dal fiore, al frutto, al seme

Metodo

Imparare a vedere in forma di gioco.

Cosa vedo? a cosa assomiglia? quali parole posso dire per descrivere ciò? cosa mi sembra? Come ho fatto a vedere che questo ramo, questa foglia appartengono a questo albero? Cosa sento al tocco? Come descrivere con gli occhi chiusi o la scatola cieca, quello che tocco?

Rivolgere ai bimbi solo domande vere (per esempio, quelle appena scritte)

Sono quelle che hanno tante risposte tutte valide perche le risposte sono “ricerca personale”

Possibili direzioni di lavoro

  • raccogliere i semi appena dispersi o ancora sotto gli alberi in questo periodo (Calocedro decurrens, Tilia, Acer pseudoplatano, Cercis, Carpinus, Quercus) Continuare a osservare i semi che permangono sull’albero per tutto l’inverno e raccogliere durante la dispersione.
  • raccogliere le foglie
  • raccogliere rami che l’albero scarta (osservare superficie di separazione sul ramo caduto)

Da ricordare: Leonardo la chiamava la “camicia”

Perchè avvolge tutto l’albero sotto la corteccia o il sottile derma dei rami più giovani: una camicia di cellule vive, una maglia, un generatore di cellule che allarga il fusticino dell’anno precedente e poi quello di due anni fa e di tre e così via fino ad allargare il corpo del tronco, il nuovo anello di legno dell’anno in corso…

L’albero cresce in lunghezza dei rami e della chioma attraverso le gemme lasciate su ramo nell’anno precedente e accresce in larghezza (del legno) attraverso la tessitura ampliata dalla camicia che viene chiamata CAMBIO.

La camicia tesse le sue maglie nelle tre direzioni: Si allarga nella sua posizione, poi verso l’interno costruisce il sistema conduttore o vascolare e verso l’esterno va ad ampliare e ricucire nuova corteccia…. (alla prossima)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *